Nutrire Torino Metropolitana

in TORINO METROPOLI by

Nutrire Torino Metropolitana – NTM, frutto della collaborazione fra Città Metropolitana e Università di Torino, rappresenta fino ad oggi il punto forse più avanzato del percorso di costruzione di una nuova governance alimentare e di una politica del cibo alla scala metropolitana.

NTM ha cercato di raccogliere, integrare e valorizzare l’eredità di tutte le esperienze pregresse, locali e sovralocali, con ricadute dirette e indirette sul tema del cibo, con l’obiettivo di costruire una strategia alimentare sistemica, condivisa e partecipata. Il suo primo obiettivo concreto è stato la co-progettazione di un’Agenda Metropolitana del Cibo, intesa non solo come documento di principi, né come un rigido masterplan, quanto piuttosto una sorta di “mappa di proposte e temi d’azione” in grado di favorire, riproducendole, motivazioni, conoscenze, indicazioni, primi indirizzi progettuali verso un obiettivo concreto di qualità alimentare, quotidiana, diffusa e accessibile a tutti.

Pensato come un processo a step successivi, NTM ha avuto avvio con una prima fase strutturata in un ciclo di tre incontri partecipati, secondo una logica il più possibile inclusiva in rapporto agli obiettivi da raggiungere e alle attività previste.

Il primo evento, dal titolo “conoscersi”, a cui hanno partecipato oltre un centinaio di attori del sistema alimentare, è stato organizzato come una sorta di happening con l’obiettivo di stimolare l’interesse e la riflessione sulla necessità di una politica alimentare integrata e, contestualmente, dare visibilità al capitale di esperienze e pratiche innovative attive sul territorio metropolitano.

Al secondo evento, dal titolo “confrontarsi”, erano presenti più di cento operatori della produzione e della distribuzione piemontese, consumatori, esperti e tecnici delle istituzioni che si sono confrontati – per la prima volta tutti insieme – sulle grandi sfide imposte dalla prospettiva di città che mangiano e territori che producono, all’interno di uno scenario contemporaneamente globale e locale.

Il terzo incontro, che ha chiuso la prima fase del processo con la restituzione ai partecipanti dei risultati delle giornate precedenti, ha dato avvio a un confronto strutturato per la costruzione della politica alimentare metropolitana. In quest’ottica, agli oltre cento partecipanti è stato chiesto di convalidare otto temi di lavoro, da intendersi come possibili ambiti concreti di azione per lo sviluppo futuro del sistema alimentare metropolitano: (i) educazione e formazione; (ii) informazione e conoscenza; (iii) distribuzione e piattaforme logistiche; (iv) public procurement; (v) semplificazione; (vi) premi e incentivi alla qualità; (vii) pianificazione territoriale; (viii) nuove forme di governance[1]. Allo stato attuale, NTM è rimasto sospeso tra la fine della prima fase e l’inizio della seconda. Alcuni temi, infatti, come quello legato al public procurement, sono stati oggetto di approfondimento e di recente sono stati avviati diversi incontri preliminari, finalizzati all’avvio di politiche del cibo alla scala dei singoli sistemi del cibo – come il Chierese, il Pinerolese, l’Eporediese, la Valsusa – che compongono il più ampio sistema metropolitano.

[1] Per informazioni sul processo e maggiori dettagli sui temi si veda lo speciale sul sito della Città Metropolitana (http://www.cittametropolitana.torino.it/speciali/2015/nutrire_torino/) e anche l’articolo di Dansero E., Di Bella E., Peano C. e Toldo A., “Nutrire Torino Metropolitana: verso una politica alimentare locale”, Agriregionieuropa, 12 (44), 2016 scaricabile a questo link https://agriregionieuropa.univpm.it/it/content/article/31/44/nutrire-torino-metropolitana-verso-una-politica-alimentare-locale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from TORINO METROPOLI

Go to Top